Stampa

PSR 2007-2013, le speranze disattese dei giovani agricoltori


Un incontro organizzato dalla cooperativa Earth Link Project con la Cia Lazio, alla presenza di numerosi giovani imprenditori agricoli il direttore della Cia Lazio Alessandro Salvadori e il presidente della Cia Latina Argeo Perfili.

 PSR, “aiuto” o “condanna”? A primo impatto sembrerebbe una domanda “scomoda”,  ma rappresenta invece una cruda realtà. Non si sta giocando a “sinonimi e contrari”, questa critica racchiude la situazione di centinaia di giovani agricoltori che, fidandosi di quello che fino alle recenti problematiche si era mostrato come un aiuto prezioso, si trovano, oggi, ad affrontare difficoltà di proporzioni drastiche.

Stampa

Melograno: un progetto ambizioso


La scorsa settimana si è tenuta presso la cooperativa La Mediana di Terracina un seminario dal titolo “Melograno: un progetto ambizioso” organizzato dalla cooperativa Earth Link Project in collaborazione con la CIA Lazio.

Diversi relatori molto qualificati sono intervenuti  di fronte a circa un centinaio di produttori agricoli locali facenti parte della CIA regionale. I diversi relatori hanno messo a valore differenti prospettive lavorative, esperienze e competenze professionali, i cui elementi principali intendiamo riportare in questo articolo relativamente alle opportunità produttive, alle tendenze di di mercato e alle proprietà benefiche del frutto e dei suoi possibili utilizzi in differenti ambiti.

Stampa

AGRICOLTURA: I GIOVANI CI CREDONO

 

Maurizio Bottiglia, imprenditore agricolo di Terracina, eletto Presidente Regionale dell’AGIA (Associazione Giovani Imprenditori Agricoli della Cia)

Grazie all’ultimo PSR sono stati oltre 3000 i giovani che hanno scelto di investire in agricoltura per il loro futuro. Lo hanno fatto all’insegna di una visione nuova e moderna dell’impresa in agricoltura che per garantire crescita, reddito e occupazione pone come principali temi da sviluppare: la mutifunzionalità, l’innovazione di prodotto e di processo, i nuovi mercati internazionali. Questi i nuovi “campi dell’agricoltura” scelti dai giovani.