Gianni Salvadori

Sono nato a Pontassieve il 22 giugno 1956, ma vivo da sempre a Molino del Piano, sono sposato e sono padre di tre figli (Laura, Marco ed Elisa). Nel 1978 ho iniziato la mia attività in Cisl, proprio nei giorni del rapimento Moro, e la mia prima esperienza è stata nelle strutture
zonali della Cisl di Valdisieve, Scandicci e Sesto Fiorentino, prima di passare alla Filca (il sindacato dei lavoratori edili della Cisl) di Firenze, di cui sono divenuto segretario nel 1984. Nel 1988 sono stato eletto segretario regionale della Filca prima di entrare nella segreteria nazionale del sindacato edile nel 1989.

Dal 1992 sono entrato a far parte della segreteria regionale Cisl, dove ho svolto l’incarico di segretario organizzativo. Il 4 gennaio 2001 sono stato eletto segretario generale della Unione Sindacale Regionale Cisl della Toscana. Carica confermata all’unanimità dal congresso regionale della Cisl del maggio 2001, e mi sono dimesso da segretario generale l’11 aprile del 2005. Dal 1985 al 1998 sono stato vice presidente della Cassa Edile di Firenze e dal 1990 al 1993 della Cassa Edile di Roma . Sono impegnato fin dagli anni dell’adolescenza nel circolo parrocchiale di Molino del Piano, e fin da giovane ho sempre dimostrato grande sensibilità per le attività svolte dal movimento cattolico toscano. I miei sport preferiti sono il calcio e la pallavolo, sport che ho anche praticato negli anni dell’adolescenza.
Preferisco la musica classica, nel tempo libero amo fare lunghe passeggiate e non disdegno di cimentarmi anche ai fornelli.
Pubblicato in Contributi


Dario Stefàno

Al secondo mandato nel Consiglio Regionale della Puglia, è Assessore alle Risorse Agroalimentari, delega che il presidente della Regione Nichi Vendola gli ha riaffidato dopo i 9 mesi di esperienza assessorile sullo scorcio della precedente Consiliatura. È coordinatore della Commissione Politiche Agricole, nell’ambito della Conferenza Stato – Regioni. Manager di alcune tra le principali aziende industriali pugliesi, prima del suo impegno politico-istituzionale, si è occupato prevalentemente di internazionalizzazione, guidando il management di diverse imprese industriali alle prese con le nuove frontiere della globalizzazione. Altrettanto significativa è la sua esperienza di consigliere di prestigiose esperienze imprenditoriali salentine, operanti nel settore manifatturiero ma anche turistico-ricettivo.

Parallelamente al percorso manageriale, è stato dirigente nel sistema confindustriale: componente di giunta di Confindustria Puglia, dove ha anche presieduto la Commissione Ambiente, ha svolto il suo impegno nell’Associazione degli Industriali leccese, di cui è stato giovanissimo vicepresidente per due mandati consecutivi. È stato anche componente della Commissione Sviluppo Sostenibile nei due mandati a cavallo delle presidenze Fossa e Montezemolo.
Docente dell’Università del Salento - Scuola di specializzazione in discipline legali - dove attualmente insegna “Economia e Contabilità Industriale”, in passato è stato anche docente di “Gestione del ciclo rifiuti”, nel Corso di laurea di Scienze Ambientali. Ha scritto pubblicazioni di carattere scientifico e tecnico, anche in tema di gestione del ciclo dei rifiuti e di certificazione ambientale.
Pubblicato in Contributi



Mario Catania
Sito

Nato a Roma il 5 marzo 1952. Laureato in Giurisprudenza all'Università La Sapienza di Roma il 5 luglio 1975. Voto di laurea 110/110. Vincitore di un concorso per la carriera direttiva del Ministero dell'Agricoltura e delle Foreste, assume servizio il 1 agosto 1978. Presta servizio presso la Direzione generale degli affari generali e successivamente, a partire dal 1987, presso la Direzione generale della tutela economica dei prodotti agricoli, ove si occupa di politica agricola comunitaria. Nel 1988 è vincitore di un concorso a dirigente del predetto Ministero, ed assume servizio in tale qualifica il 16 aprile 1989 presso la Direzione generale della tutela economica dei prodotti agricoli. Le funzioni svolte riguardano la politica agricola comunitaria nel settore zootecnico e successivamente anche la politica della qualità. Partecipa ai lavori del Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura dell’Unione Europea ed alle altre riunioni comunitarie in occasione della trattazione delle materie di competenza. Durante la presidenza italiana dell'Unione Europea nel 1990 è presidente del gruppo di lavoro lattiero-caseario dell'Unione. Durante la presidenza italiana del 1996 è portaparola italiano nel Comitato Speciale Agricoltura dell'Unione, organo comunitario cui è demandata la preparazione dei Consigli dei Ministri dell’Agricoltura dell’Unione Europea e che esercita una potestà deliberante nelle materie di competenza del predetto Consiglio. A partire dal 1996, e fino ad oggi, prende parte regolarmente ai lavori del Consiglio dei Ministri dell'Agricoltura dell'Unione Europea, ed affianca il Ministro pro-tempore nei lavori e nei negoziati comunitari riguardanti la politica agricola comunitaria, partecipando inoltre a numerose missioni e ad incontri internazionali del Ministro stesso. A partire dal 1 settembre 1997 presta servizio a Bruxelles nella Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea e si occupa dei rapporti con le istituzioni e gli uffici comunitari, nonché della fase di negoziato delle normative comunitarie concernenti il settore agricolo. Partecipa regolarmente ai lavori del Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura e del Comitato Speciale Agricoltura dell'Unione Europea. Continua ad assistere il Ministro pro-tempore nei negoziati e negli incontri comunitari ed internazionali. A decorrere dal 1 dicembre 1999 è nominato capo-delegazione e portaparola italiano nel Comitato Speciale Agricoltura. Durante la presidenza italiana dell’Unione nel 2003 svolge le funzioni di presidente del predetto Comitato. Nel settembre 2005 si conclude il servizio nella Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione Europea ed è nominato Direttore generale della Direzione generale delle politiche agricole del Ministero delle politiche agricole e forestali. La predetta Direzione generale è titolare della competenza relativa alla negoziazione ed alla applicazione della politica agricola comunitaria e degli accordi internazionali. L’11 marzo 2008 è nominato Direttore generale della Direzione generale delle politiche comunitarie e internazionali di mercato, nel quadro della nuova articolazione ministeriale del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, disposta dal D.P.R. 9 gennaio 2008, n.18. Alla predetta Direzione generale fanno capo le competenze concernenti la politica agricola comunitaria e gli accordi internazionali. Anche in tale veste continua a svolgere le funzioni di portaparola italiano nel Comitato Speciale Agricoltura e a partecipare ai lavori del Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura. Il 12 novembre 2009 è nominato Capo Dipartimento delle politiche europee ed internazionali del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, con competenze relativa alla politica agricola comune ed alla politica della pesca.

Pubblicato in Contributi



Giuseppe Politi E' nato a San Pietro in Lama (Lecce) il 28.01.1950. Laureato in scienze politiche presso l'Università di Bari. Ha ricoperto l'incarico di presidente della Cia di Puglia. Ha ricoperto l'incarico di presidente del CNT - Consorzio Nazionale Tabacchicoltori. Ha ricoperto l'incarico di Presidente dell'Uiaprof (Unione italiana produttori di frumento). E' stato componente del comitato consultivo cereali dell'Unione Europea. Attualmente ricopre l'incarico di Presidente nazionale della Confederazione italiana agricoltori. Membro del Consiglio di Amministrazione dell'Istituto "Alcide Cervi". Presidente dell'ASES - Associazione Solidarietà e Sviluppo con progetti di solidarietà e di cooperazione internazionale in America Latina e Africa Centrale. Pubblicista iscritto all'ordine dei giornalisti di Puglia. Componente del CNEL nell'VIII Coinsiliatura (2005-2010), è stato riconfermato nella attuale, IX, (2010-2015).

Pubblicato in Contributi

Angela Birindelli

Angela Birindelli nasce e risiede nel Comune di Bolsena (VT). In seguito alla Laurea in Ingegneria civile, ramo strutturale, presso l'Università degli Studi di Perugia, consegue l'abilitazione all'esercizio della professione ingegneristica nel 1999. Dal 2000 collabora con l'A.T.E.R. della Provincia di Viterbo come ingegnere strutturista prima e responsabile del Patrimonio e della Programmazione poi. Consigliera dell'Ordine degli Ingegneri di Viterbo, dal 2009 è responsabile delle Commissioni Urbanistica e Territorio e Fattibilità scalo aeroportuale di Viterbo.
Ha collaborato con diverse amministrazioni locali del viterbese per le quali ha svolto incarichi di progettazione e direzione lavori. Nel giugno 2010, il Presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, la nomina Assessore alle Politiche agricole e valorizzazione dei prodotti locali.
Pubblicato in Contributi
Domenica, 06 Maggio 2012 08:01

Agricoltura

AGRICOLTURA: il comparto primario è un fondamentale motore di produzione economica. L’im- prenditore agricolo rappresenta sempre più, non solo un fondamentale soggetto di crescita produttiva, ma l’attore principale in grado di interpretare e qualificare il rapporto tra attività dell’uomo e ambiente. Oggi più che mai l’agricoltura è sintesi tra tradizione e innovazione, tra locale e globale, tra sostenibilità e produttività.

Pubblicato in Voci
Giovedì, 03 Maggio 2012 08:55

Agricoltura

Pubblicato in Voci

CIA Lazio Tv