Stampa

Salvadori: sulla Centrale del latte è necessario tenere conto del ruolo e dell' impegno degli allevatori

''Gli allevatori devono svolgere un ruolo da protagonisti. Ogni iniziativa e ogni scelta che si intende effettuare deve tenere conto del lavoro primario e propulsivo svolto dai produttori agricoli, soprattutto in un settore strategico quale e' il lattiero-caseario''. Cosi' il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori del Lazio Alessandro Salvadori sul futuro della Centrale del latte di Roma che, in seguito alle decisioni del Tar del Lazio e del Consiglio di Stato, torna in mano al comune di Roma, dopo la privatizzazione nel 1998 con la vendita alla Cirio e poi alla Parmalat, ora acquista dalla Lactalis.



''La Centrale del latte di Roma - ha evidenziato Salvadori - e' un patrimonio della Capitale e dell'intero settore agro-alimentare romano. E' un patrimonio che va salvaguardato e ulteriormente valorizzato, anche con l'azione e il contributo degli allevatori, che devono essere chiamati a svolgere una funzione di primo piano per il futuro dell'azienda''.

''D'altronde - ha aggiunto il presidente della Cia del Lazio - i romani hanno dimostrato, attraverso i consumi, di apprezzare e preferire di gran lunga i prodotti della Centrale e, di conseguenza, la materia prima, il latte, frutto del lavoro e dell'impegno dei produttori, da sempre orientato alla qualita'. E di cio' nelle decisioni che il comune di Roma e' chiamato a prendere bisognera' tenere nella giusta considerazione''.

''Non vogliamo certo entrare nel merito delle decisioni sul futuro della Centrale, chiediamo soltanto che -ha concluso il presidente Salvadori - agli allevatori, proprio per la funzione che da anni ricoprono, venga fornito un reale sostegno, assicurando loro un parte attiva e propositiva.

Continueremo, comunque, a seguire con grande attenzione l'evolversi della vicenda. Nostro auspicio e' che essa si possa chiudere al piu' presto e con benefici sia per i consumatori della Capitale che per gli stessi produttori agricoli''.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna