Notizie

Stampa

24.11.09 - Ottima riuscita per la mobilitazione Cia

La Confederazione Italiana Agricoltori del Lazio esprime grande soddisfazione per l'ottima riuscita del concentramento che ha visto oggi in piazza  Cia e Confagricoltura. Il presidente della Cia del Lazio Salvadori  lancia una serie di azioni sul territorio in vista del grande appuntamento nazionale del 15 dicembre   [ guarda le foto in fondo all'articolo]

Oltre 2000 agricoltori hanno presidiato in contemporanea nella mattinata del 24 novembre Piazza Montecitorio e via XX settembre, presso il ministero delle Politiche agricole e dell'Economia.

L'ottima riuscita della manifestazione, che ha visto momenti di protesta dai toni accesi ma fortemente comunicativa e colorata, non ha visto reazione alcuna dal governo, che continua nella sua politica di totale assenza ed incapacità propgettuale nel settore primario. Mancano le prospettive, le risorse, ma soprattutto manca il dialogo con un ministero sordo e non disposto al confronto.

Stampa

Emergenza agricoltura: la protesta della Cia si sposta a Roma

 La Cia del Lazio parteciperà al sit-in a Roma per continuare la serie di mobilitazioni contro la politica del governo in tema di agricoltura

Dopo Milano, Perugia e Napoli, manifestazioni interregionali in cui si è registrato uno straordinario successo, e di iniziative territoriali, anche con altre organizzazioni, il prossimo appuntamento della mobilitazione promossa dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori in tutto il Paese sarà a Roma martedì 24 novembre. Due grandi sit-in, a partire dalle ore 9.00, si terranno in piazza Montecitorio, davanti alla Camera dei Deputati (dove si discuterà della legge finanziaria per il 2010), e in via XX Settembre, di fronte ai ministeri delle Politiche agricole, alimentari e forestali e dell’Economia e delle Finanze. Nella capitale è previsto l’arrivo di migliaia di produttori agricoli provenienti da tutte le regioni.

Una manifestazione di protesta -sottolinea la Cia- per sollecitare attenzione ai gravi problemi delle imprese e per richiedere tempestive misure, a cominciare dalla dichiarazione dello stato di crisi, indispensabile per rinviare i pagamenti contributivi e fiscali che oggi tantissimi agricoltori, sotto il peso dei costi alle stelle e di prezzi sui campi in caduta libera, non sono nelle condizioni di adempiere.

Stampa

Danni fauna selvatica, un dibattito serrato

Si è svolto presso la Sala Conferenze della Camera di Commercio di Rieti il terzo ed ultimo convegno del ciclo “Superare la crisi? Ripartiamo dall’agricoltura” promosso dalla Confederazione Italiana Agricoltori. L’incontro, che ha analizzato a tutto campo i problemi del comparto primario nel reatino, si è focalizzato in particolare sul tema “I danni da fauna selvatica”.

Dopo il saluto del presidente della CCIAA Regnini, numerosi sono stati i contributi da parte di agricoltori, allevatori ed esponenti delle istituzioni. Il dibattito ha visto momenti di confronto serrato ed i vari interventi, trai quali ricordiamo quelli del vice presidente della Provincia di Rieti Pastorelli, il presidente commissione agricoltura Regione Lazio Perilli, il presidente della Cia Rieti Scipioni ed il responsabile Agia Rieti Zelli, hanno segnalato molteplici e differenti  prospettive ed elementi di criticità.

Stampa

La Confederazione Italiana Agricoltori del Lazio prepara giorni di dura contestazione al Governo

Il presidente Salvadori nell'ultima assemblea pubblica svolta nel reatino evidenzia la profonda crisi del comparto agricolo e rilancia per un autunno di mobilitazioni che scardini il meccanismo di inazione e incapacità che sta caratterizzando l'operato del Ministro Zaia

Oltre 200 agricoltori in rappresentanza di tutto il territorio laziale arriveranno a Perugia il 16 novembre per partecipare alla manifestazione interregionale indetta dalla Confederazione Italiana Agricoltori: è questo l'ennesimo passaggio di un iter di assemblee, manifestazioni ed incontri pubblici in cui sta emergendo in modo inequivocabile il dissenso degli agricoltori per le misure insufficienti che il Governo italiano sta prendendo per arginare una crisi che sta impoverendo in modo tragico il settore primario.

Stampa

Crisi in agricoltura ed assenza del Governo: la Cia dice basta

Il presidente Giuseppe Politi: siamo in presenza di una situazione non più sostenibile. Dal governo nessuna risposta alle esigenze degli agricoltori. Aziende alle prese con pesanti costi e prezzi in caduta libera. E’ necessaria una manifestazione nazionale con la partecipazione delle organizzazioni che in queste settimane hanno promosso iniziative unitarie sul territorio.

Una grande manifestazione a Roma per sollecitare una maggiore attenzione verso i problemi, sempre più pressanti, dell’agricoltura.

Stampa

Oltre 300 agricoltori in assemblea per dire stop alla crisi

Il presidente della Confederazione Italiana Agricoltori del Lazio Alessandro Salvadori ha incontrato lo scorso lunedi oltre 300 agricoltori provenienti da tutta la regione per elaborare risposte comuni alla crisi che sta colpendo il settore primario.

Lo scorso lunedi 19 ottobre a Terracina presso la sala "L'uliveto" si è svolta un'importante assemblea che ha visto la partecipazione di oltre 300 agricoltori proveniente da tutto il Lazio e la fondamentale funzione di coordinamento svolto dalla Confederazione Italiana Agricoltori  mediante la presenza del presidente regionale Alessandro Salvadori e del presidente provinciale Luca Targa.
Stampa

Superare la crisi: ripartiamo dall'agricoltura! 3 incontri pubblici per rilanciare il nostro settore

La Cia di Rieti e del Lazio a confronto con Enti locali e regionali, organizzazioni sindacali e di categoria per rilanciare l'agricoltura reatina.

Le Cia, provinciale e regionale, promuovono 3 incontri pubblici su temi cruciali dell'agricoltura reatina volti a definire progetti e strategie per dare nuova spinta e prospettive al settore primario reatino.  . Il primo di questi incontri dal titolo "Valorizzare la produzione olivicola sabina" si svolgerà il 23 ottobre h 16 a Montopoli di Sabina e sarà introdotto dal Dott. Erino Cipriani, Presidente Consorzio Nazionale Olivicolo (CNO).