Martedì, 09 Giugno 2009 09:47

Gelato biologico ospite d'onore al Vinoforum

(ANSA) - ROMA, 5 GIU - Sara' il gelato artigianale biologico una delle novita' dei percorsi enogastronomici della sesta edizione del 'Vinoforum' di Roma, manifestazione di enologia che inizia stasera, per concludersi il 20 giugno, nello spazio gestito dall'Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura del Lazio. Sedici giorni caratterizzati da degustazioni tematiche. Tra questi, due saranno dedicati all'olio di qualita', uno alla birra artigianale. Protagonisti anche salumi e formaggi della regione. A coordinare gli eventi l'Enoteca Regionale Palatium. ''Quest'anno - dichiara Massimo Pallottini, commissario straordinario di Arsial - non ci saranno solo vini e prodotti, ma anche associazioni dei produttori e strade dei vini che presenteranno direttamente le loro attivita' e i loro territori''.(ANSA). I23-MRI
(ANSA) - ROMA, 8 GIU - Appuntamento a 'Laghidivini 2009', seconda edizione del festival dedicato ai vini prodotti sulle sponde di circa venti laghi italiani, dall'Alto Adige alla Sicilia. La kermesse enogastronomica si svolgera' proprio sulle rive di un lago, quello di Bracciano in provincia di Roma, da venerdi' 19 a domenica 21 giugno, presso il complesso conventuale di Santa Maria Novella, nei pressi del Castello Odescalchi. Saranno oltre cento i vini protagonisti dell'originale iniziativa che ha il suo fulcro nelle degustazioni, distinte per lago, presso il cinquecentesco Chiostro degli Agostiniani, guidate da sommelier professionisti. Vini e laghi: un binomio che significa territorio, storia e cultura, realta' di eccellenza per l'Italia. L'evento Laghidivini, ideato da Epulae Bracciano, associazione culturale con finalita' di promozione della cultura enogastronomica, vuole proporvi questo piacevole itinerario attraverso mondi da riscoprire e da far conoscere.
 
Il presidente della Cia ricorda che il Tavolo verde, istituito per legge, non è stato mai convocato. Per finanziare le assicurazioni non si possono togliere i soldi agli agricoltori.


“Probabilmente il ministro Luca Zaia non ama la concertazione. Da quando si è insediato, da più di un anno, il Tavolo verde, istituito per legge, non è stato mai convocato. E sull’art.68 della Pac ci sono state soltanto riunioni a livello tecnico durante le quali abbiamo puntualizzato verbalmente le nostre proposte. Vorremmo, invece, che su un argomento così importante per il futuro degli agricoltori italiani ci fosse un pieno coinvolgimento di tutte le organizzazioni agricole. Sta di fatto che, al momento, conosciamo soltanto la proposta ministeriale, mentre ignoriamo completamente cosa hanno indicato le altre forze del mondo agricolo”. E’ quanto sostenuto dal presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi. “Il ministro Zaia- aggiunge Politi- in questi mesi ha fatto soltanto tante belle e trionfali promesse, ma di fatti concreti molto pochi. Il settore agricolo si trova in grave difficoltà. Nei prossimi giorni avremo modo di fare il punto sull’intera situazione, denunciando una scarsissima attenzione verso i problemi che oggi vivono i nostri agricoltori.

 

Pagina 19 di 19