Venerdì, 20 Novembre 2009 13:12

Danni fauna selvatica, un dibattito serrato In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si è svolto presso la Sala Conferenze della Camera di Commercio di Rieti il terzo ed ultimo convegno del ciclo “Superare la crisi? Ripartiamo dall’agricoltura” promosso dalla Confederazione Italiana Agricoltori. L’incontro, che ha analizzato a tutto campo i problemi del comparto primario nel reatino, si è focalizzato in particolare sul tema “I danni da fauna selvatica”.

Dopo il saluto del presidente della CCIAA Regnini, numerosi sono stati i contributi da parte di agricoltori, allevatori ed esponenti delle istituzioni. Il dibattito ha visto momenti di confronto serrato ed i vari interventi, trai quali ricordiamo quelli del vice presidente della Provincia di Rieti Pastorelli, il presidente commissione agricoltura Regione Lazio Perilli, il presidente della Cia Rieti Scipioni ed il responsabile Agia Rieti Zelli, hanno segnalato molteplici e differenti  prospettive ed elementi di criticità.

In sintesi, come ben evidenziato dal presidente regionale Cia Alessandro Salvadori a chiusura del dibattito, le molteplici e differenti argomentazioni hanno tutte una loro ragione di fondo. “ Allo stesso tempo - ha continuato Salvadori - è innegabile e strategico che lo sviluppo della provincia reatina passi nel prossimo futuro attraverso la valorizzazione del settore agricolo, turistico ed eno-gastronomico. Ma in questo momento esiste un problema oggettivo: gli immensi danni da fauna selvatica  ricadono esclusivamente sulle spalle degli agricoltori. Questo status di cose non è tollerabile:  necessitano progettazione, prevenzione e, soprattutto, un immediato pagamento dei danni”.

“Per rendere concreti questi passaggi- ha concluso il presidente regionale Cia- è indispensabile una cooperazione di tutti i soggetti interessati: noi ci siamo e continueremo su questo iter. Affinché tutti si assumano le proprie responsabilità siamo pronti a scendere in piazza fin da domani”   

Letto 3352 volte Ultima modifica il Lunedì, 23 Aprile 2012 08:30

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna