La Cia di Rieti e del Lazio a confronto con Enti locali e regionali, organizzazioni sindacali e di categoria per rilanciare l'agricoltura reatina.

Le Cia, provinciale e regionale, promuovono 3 incontri pubblici su temi cruciali dell'agricoltura reatina volti a definire progetti e strategie per dare nuova spinta e prospettive al settore primario reatino.  . Il primo di questi incontri dal titolo "Valorizzare la produzione olivicola sabina" si svolgerà il 23 ottobre h 16 a Montopoli di Sabina e sarà introdotto dal Dott. Erino Cipriani, Presidente Consorzio Nazionale Olivicolo (CNO). 

Mercoledì, 14 Ottobre 2009 12:47

Agriturismo e la nuova normativa

Si è svolto stamani nell'aula universitaria della provincia di Rieti il seminario sull'agriturismo organizzato dall'Assessorato regionale all'agricoltura della regione Lazio e dall'Arsial (Agenzia regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'agricoltura del Lazio).

L'assessore all'agricoltura Maurizio Vassallo, che doveva porgere il saluto di benvenuto agli esperti ed ai circa quaranta titolari di aziende agrituristiche, sul centinaio di quelle funzionante nel Reatino, impegnato in consiglio comunale anche per la vicenda Alcatel Rieti, ha potuto compiere solo una breve presenza nella sede del seminario. Vassallo si è così riservato in altra occasione di illustrare la politica di settore della giunta provinciale per l'agriturismo, alla luce della nuova legge regionale e per favorire lo sviluppo dell'azienda agricola anche al fine di fornire alla rete della ristorazione e dell'ospitalità provinciale una serie di servizi che sono generalmente apprezzati ed in forte espansione.

A tale riguardo va detto che attualmente sono 288, in totale, le piccole aziende agricole degli iscritti al registro provinciale dell'agriturismo e che oltre ai cento funzionanti, per altri si sta procedendo a compiere le necessarie pratiche istruttorie.
I lavori veri e propri sono stati aperti da Pietro Pasquarelli, del dipartimento economico ed occupazionale della direzione regionale per l'agricoltura e da Antonio Martellucci, responsabile del centro operativo sperimentale di Rieti dell'Arsial.